Paxful expands beyond bitcoin and adds tether to its platform

Paxful adds tether to its platform, providing an option for users who want to protect their funds from volatility. This was reported to Cointelegraph en Español, through a press release.

Paxful announced the addition of stablecoin tether (USDT) to its platform. It is worth remembering that the value of tether is equivalent to one dollar, and the firm believes that this will help users to combat volatility, protect their assets and expand their investment portfolio.

Paxful survey: Argentines believe that investing in cryptomonies is the most effective way to save

„In the last 12 months, the tether has established itself as a leader among the stablecoins, with a market capitalization of more than 13 billion dollars, because users began to demand a more stable digital currency in the face of fear of an economic crisis affecting both traditional and digital markets,“ the statement said.

Ray Youssef, CEO and co-founder of Paxful, commented:

„We consider this to be a great step for us, as it is the first crypto-currency, in addition to bitcoin, that we have on the platform. We hope that this launch marks the first step towards the possible addition of new crypts in the future.

And then, he added:

„We are always listening to our users. We know that they use Paxful to generate wealth and resort to crypto-currencies for stability when their national currencies are affected by inflation. We hope this will help them to have more control of their finances.

From Paxful, they affirm that there has been a significant increase in the exchange of cryptomoney in Argentina

In this way, users, as with Bitcoin Compass on the Paxful market, will have access to their USDT balance wallet, where they can buy and sell with over 300 payment methods. In the future, the company also plans to enable USDT transactions on the platform.

The addition also includes a hedging option, which allows users to instantly convert BTC to USDT and vice versa, helping them to protect their funds during bitcoin price fluctuations.

Magdiela Rivas, Paxful’s manager for Latin America, said:

„This new incorporation to our platform is very positive for Argentines, as it gives them another option to access a refuge with a dollar value, in a context where official restrictions make it increasingly difficult to access that currency“.

Registered currencies and volume of transactions
The company recently announced that the Paxful platform has reached 4.5 million registered wallets, reached $4.6 billion in transaction volume and also reduced dispute levels to less than 1%.

Since its creation until 2020, it has added one million users each year and expects to register another 2 million users by the end of the year.

Paxful Latam says it has increased its responsibility to the unbanked economy

Some details about Paxful
Paxful is a peer-to-peer marketplace for money transfer between people. They claim that their mission is to empower the 4 billion unbanked people around the world to take control of their money through P2P transactions. The company was founded in 2015.

Barry Silbert sembra voler riportare il business minerario cinese della BTC negli Stati Uniti

Barry Silbert – imprenditore crittografo e leader del Digital Currency Group (DCG) – ha annunciato che sta cercando di eliminare parte del pesante business del bitcoin che si sta svolgendo in Cina e di trasferirlo nuovamente negli Stati Uniti. Come intende farlo? Attraverso una società da lui creata chiamata Foundry, attraverso la quale investirà circa 100 milioni di dollari in operazioni minerarie situate in tutto il Nord America.

Barry Silbert: Ora è il momento che gli Stati Uniti brillino

Il fatto che la Cina sia diventata così potente nel mondo del Bitcoin Profit ha fatto preoccupare molte persone ultimamente. Il paese vanta una grande maggioranza del potere mondiale del bitcoin hashing e contribuisce per circa il 65% di questo potere all’arena mineraria. In confronto, paesi come gli Stati Uniti – che per molti versi sono altrettanto potenti, se non più potenti – contribuiscono solo per il sette per cento circa.

Silbert è preoccupato per questo e non vuole che gli Stati Uniti rimangano indietro, ma finora la Cina ha detenuto una posizione dominante nello spazio cripto. Oltre ad alimentare gran parte delle miniere di bitcoin, è stata anche la prima a rilasciare la propria forma nazionale di moneta digitale. Lo yuan digitale viene ora testato su vari business americani come Starbucks e Subway. Al contrario, gli Stati Uniti hanno parlato di rilasciare una tale valuta a sé stante, ma questi colloqui non si sono trasformati in azioni.

Silbert ritiene che sia giunto il momento di aiutare a far avanzare gli Stati Uniti e il Nord America. Ha messo Mike Coyler – un uomo d’affari veterano della General Electric (GE) – a capo della Foundry, un uomo che pensa che l’accesso alle attrezzature per l’estrazione mineraria ad alta efficienza energetica sia la chiave per aiutare a mettere gli Stati Uniti in cima alla classifica quando si tratta di estrazione mineraria.

Inoltre, ritiene che sia anche il momento che Foundry e le altre operazioni minerarie bitcoin siano più trasparenti quando si tratta delle loro operazioni. Questo, in ultima analisi, attirerà un maggior numero di investitori man mano che la gente si fiderà di più del settore.

Il team ha inoltre dichiarato che sta cercando di creare società minerarie basate su Foundry in aree come la Georgia, il Kentucky, il North Carolina e lo stato di New York. Queste aree sono tutte note per la loro energia a basso costo, cosa che sia Silbert che Coyler ritengono estremamente importante. Inoltre, l’azienda sta esaminando anche regioni all’interno della Colombia britannica e del Quebec, Canada – aree che offrono energia idroelettrica.

Un sacco di fallimenti in passato

Nonostante tutto questo, Silbert commenta che le cose non saranno facili, e che molte compagnie minerarie non sono riuscite a portare a termine un’installazione simile. In una recente intervista, ha dichiarato:

Lo spazio minerario è disseminato delle carcasse delle attività minerarie fallite.

Una delle grandi cose da cui dipende lo spazio minerario è il prezzo del bitcoin. Se va bene, lo spazio minerario va bene, mentre se BTC è nei bassifondi, l’industria mineraria lo seguirà. Questo tipo di alti e bassi potrebbe essere potenzialmente difficile da affrontare per Foundry.